Forse non ho capito nulla di #BTO2013 e per questo ringrazio.


Ba3xKvmIEAA1Wb3

Andare in un posto e trovarsi a casa. Questa è stata la sensazione al #BTO2013.

Io nel turismo ci credo e credo ancora di più nelle persone.

Quest’anno non potevo mancare. L’alluvione in Sardegna, la frustrante situazione economica, la voglia di puntare a un lavoro con un sorriso mi hanno definitivamente convinto.

Mi ha convinto soprattutto Roberta. Da cinque anni la seguo, e solo da pochi mesi le ho stretto la mano. Ho detto tante volte che è lei il mio ministro del Turismo: concreto, razionale, di visione ma pratica, giusta, onesta, sincera. Per questo probabilmente non lo sarà mai.

Ma non importa. In questa edizione ho capito tante cose ma soprattutto ho capito tante persone.

Ho capito che non bisogna fermarsi e subire un concetto ma bisogna prenderlo in mano e toccarlo, pesarlo, magari romperlo in terra per farlo diventare altro.

Per questo l’intervento di Gigi Tagliapietra (@Gigitaly) è stato fulminante. Argomenti collaterali e considerati irrilevanti hanno assunto importanza dirompente, emozione pura che ha fatto scorrere calde lacrime agli astanti. Perché questo ci dimentichiamo sempre. Il potere della comunità, il potere delle persone in ogni piccolo o grande gesto.  Non importa se stiamo facendo un caffè o scrivendo un programma di governo. La passione e la voglia di farlo per il meglio è la vera soddisfazione.

#ITisME è un piccolo tag ma dall’effetto devastante. Nulla sarà più come prima. Adesso ne ho la consapevolezza.

Decine, centinaia di persone che ho incontrato per la prima volta ma che si sono poi dimostrate materializzazioni carnali di anime digitali. Parlare ore con un avatar di carne come se fossimo amici di lunga data. Dare un suono alle risate sentite solo con dei LOL, cadenze di regioni lontane e di persone strabilianti. Un turbine infinito, un luna park di parole e di idee dove felice coglievo zucchero filato dai panel, lanciavo palle ai pupazzi in rete, guardavo i tweet nuotare nella palla di vetro nutrendosi di tag.

Ogni volta che assistevo a un panel la mente ascoltava ed elaborava mille dubbi e mille idee. Ecco, ringrazio BTO per i dubbi che mi ha regalato. E in un tempo in cui tutti hanno certezze trovare un luogo dove ti regalano dubbi è una fortuna preziosa.

Da tutti i contenuti e le persone seguiti in questi giorni avrei da dire tanto da riempire un libro: conto di focalizzare alcune cose per non perderle, ma non ora. Ogni pensiero ha bisogno del giusto tempo per essere sedimentato.

Però da tutti questi dubbi ho raggiunto una certezza. Noi possiamo cambiare l’inerzia dell’Italia. Senza partiti, senza movimenti, senza volgarità, senza spocchiosità o protagonismi. Solo con le idee con un sorriso intorno.

Ecco cara Roberta, caro Robert e caro Giancarlo,

BTO2013 è stata un’idea con i sorrisi intorno.

Sarà nostra cura realizzarli prima della prossima edizione.

Grazie, di cuore.

P.S.: E’ stato un piacere raccontare BTO insieme a un gruppo di persone speciali che hanno reso la manifestazione significativa anche per la sintesi e la qualità resa:  Giovanna Tinunin (@platipuszen), Daniela Vettori (@LeCinqueErbe), Rocco Rossitto (@roccorossitto). Paola Faravelli (@paola_faravelli), Marianna Marcucci (@MariannMarcucci), Giovanni Sedda (@iuba73), Fabrizio Barbato (@svoltarock), Filippo Petti (@FilippoPetti), Giusy Congedo (@giusina09), Annalisa Romeo (@AnnalRomeo), Francesca Campagna (@fra_vola), Pasquale Stroia (@pasqualestroia), Adriano Toccafondi (@AdriToccafondi).  Persone speciali che mi rimarranno nel cuore.

Annunci

3 thoughts on “Forse non ho capito nulla di #BTO2013 e per questo ringrazio.

  1. Che dire un articolo che fa riflettere su i baluardi cuodiani dove avvolte di vero non c’è nulla tu invece regali emozioni e mi aiuti a capire grazie a i tuoi articoli , in quel infinito organo che il nostro cervello .fatto di tantissime connessioni infinite accurate che lei esprime con amorevole scioltezza , io credo che il turismo deve essere fonte di aspirazione per i prossimi anni

  2. Siete riusciti a fare massa critica. Cinque anni di scambi di pareri, opinioni che avete convogliato in questa manifestazione che ho seguito attraverso i vostri tweet.
    Avete la mia più sincera stima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...