Rifletto anch’io, amaramente, sempre più piano.

Come ogni mattina accendo il pc e scelgo un disco con il quale iniziare la giornata. Oggi è Duke Ellington, Piano Reflections.

Guardo quei numeri e quelle dichiarazioni e continuo a non capire.

Il perché in Italia non si riesca a crescere politicamente tanto da ammettere una debacle o rispettare gli sconfitti senza eccessi. Il perché fare opposizione è ormai dileggiare la maggioranza e non contestare sui fatti.

Il perché il dialogo è ormai per slogan, plasticato e senza spessore, amplificato da media tradizionali e supportato da quelli moderni, in un teatrino dell’assurdo con attori sempre più scadenti.

Eppure è facile.

Quando si perde si ammette di aver perso e si inizia a fare opposizione civile, nel rispetto delle regole. Se contesti quelle regole esistono modi democratici per cambiarle. Controlli gli atti, fai delle proposte, le evidenzi in maniera anche moderna.

Quando si vince, invece, basterebbe evitare le vendette da piccoli uomini, il dileggio buono solo nelle curve calcistiche e meno altrove, mi ricorderei che chi governa lo deve fare per il bene di tutti. E’ un’ovvietà che non tutti ricordano.

Ma questo non accade mai.

Perché la platea a cui si rivolge la politica è per la maggior parte intontita da quarant’anni di “ci pensiamo noi” del “non preoccupatevi, sappiamo cosa fare”.

L’ignoranza pasteggia allegra con slogan e appartenenza senza avere gli strumenti per cogliere il senso delle politiche propinate.

Alla maggior parte degli italiani manca il senso civico, manca il senso critico, manca la formazione, manca l’istruzione.

Sono inconsapevolmente italiani a metà, guidati da badanti politici che li preferiscono in un istituto per dementi che attivi e consapevoli.

L’Italia si cambia con le persone e fino a quando avremo persone che pensano pensieri d’altri senza possibilità di analisi siamo una mezza nazione.

Duke strimpella sul piano le sue Piano Reflections e rifletto anch’io, amaramente, sempre più piano.

Annunci

One thought on “Rifletto anch’io, amaramente, sempre più piano.

  1. Perché un cittadino italiano dovrebbe avere senso civico se vive in Italia ?????
    Tutti i politici italiani di merda sono tutti dei criminali fascisti -mafiosi incapaci privilegiati !
    I politici italiani hanno rovinato l” Italia è continuano a rovinarla !
    In Italia nel 2014 ben 15 milioni di italiani sono disoccupati SENZA SPERANZA E SENZA SUSSIDI DI DISOCCUPAZIONE !
    Tutti i mass-media italiani ormai da 40 anni sono al servizio completo del regime italiano dittatoriale-finto democratico perciò diffondono solo notizie false !

    Sono ormai 40 anni che i giornalisti italiani si inventano balle e menzogne di inesistenti posti di lavoro disponibili in Italia questi giornalisti di merda dicono che i disoccupati italiani non vogliono occupare questi posti di lavoro liberi !
    Dal 1980 in Italia viene messa in giro anche la notizia falsa e assurda che tutti gli immigrati stranieri vengono in Italia per fare quei mestieri che gli italiani non vogliono più fare !
    Con i miei occhi ho visto MOLTISSIMI immigrati stranieri RIFIUTARE LAVORI TUTTO SOMMATO BUONI !
    Questi IMMIGRATI STRANIERI che hanno RIFIUTATO certe mansioni lavorative erano clandestini ed erano anche senza qualifiche o esperienze lavorative NON SI FATTI MOLTI PROBLEMI NEL RIFIUTARE LAVORI TUTTO SOMMATO DECENTI ..
    Qui in Italia mi sembra di vivere in un grande manicomio criminale e di essere circondato da massa di matti-scemi e di dottori pazzi-ignoranti che amministrano il manicomio Italia in maniera schizzo-frenica !

    Solo un italiano scemo -ignorante e illuso potrebbe avrebbe ancora fiducia in questo paese manicomio chiamato Italia ed avere senso civico .

    P.S.
    Nel 2006 fui licenziato ingiustamente senza alcun motivo dal mio datore di lavoro farabutto è ladro e mi sono fatto a me stesso la seguente promessa : se fossi stato RISARCITO ADEGUATAMENTE PER L”INGIUSTO LICENZIAMENTO CON ALMENO 20 MILA EURO NETTI AVREI AVUTO UN PO DI SENSO CIVICO !
    FINCHE NON FOSSI STATO RISARCITO CON QUESTI 20 MILA EURO NETTI NON AVREI MAI PIU AVUTO NESSUN CIVICO FINCHE CAMPO IN QUESTO PAESE DI MERDA !
    Dal 2006 ad oggi 2014 ho visto per ben 2 volte ladri di rame stranieri portarsi via intere cabine elettriche del TRAM O CAVI SOSPESI !
    Mi sono fatto i cazzi miei !
    Il Tram non è mio !
    Gli immigrati stranieri ladri di rame non li ho fatti entrare io in Italia ma sono stati fatti entrare dalla classe politica italiana !

    Un proverbio popolare dice chi la fa se la aspetti !
    Come cittadino italiano sono stato depredato dei miei diritti elementari dal “Italia perciò non devo dare nulla al “Italia .
    Mai più avrò senso civico !
    Non vale la pena !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...