5 thoughts on “Prima abitavo qua.

  1. Ciao Insopportabile, ho letto il tuo messaggio dettato con eleganza..Anch’io ne ho piene non solo le scatole; ma di tutto l’infame protagonismo dei politicanti e lo dico senza garbo per aver trascinato l’Italia nella melma! La mia lotta va oltre l’insopportabile da circa sette anni, su fb, ormai disattivato il profilo, proseguendo su twitter assai più professionale e serio. Attualmente, sono alle prese nell’ultimare un romanzo “storie vere” di donne coraggiose, invianndo dietro autorizzazione di pubblicare i loro messaggi psicologicamente violentate in amori virtuali e vissuti. Sarò lieta di rileggerti. Grazie!

  2. Buonasera, è la prima volta che leggo il tuo blog e lo trovo interessante. Credo, con molta tristezza, che l’Italia sia destinata a “morire”, perché fino a quando chi ci governa non smette di proteggere la casta non andremo da nessuna parte. Si dovevano togliere: il finanziamento pubblico ai partiti e non è passato, il riborso spese, l’auto blu e ridurre il numero dei parlamentari e non sono passati, ridurre le retribuzioni dei grandi manager e figuriamoci…. da noi pretendono l’impossibile e loro non fanno neanche una rinuncia, dove andremo a finire? Noi siamo quelli che portano avanti il paese (imprenditori, operai, agricoltori,…) ma così non ce la faremo. Sono un libero professionista ma sto vedendo di andare all’estero, perché è questo che ti portano a fare, scappare! Perché diciamocelo pure, lavorare in un paese dove pretendono il 50% dei tuoi guadagni (sudati!!) non mi sembra giusto. Questo è uno sfogo puro che da mesi covavo e trovando te ho deciso di scrivere. Grazie

  3. La società è di fronte ad un bivio, per i potenti la nuova strada e già disegnata e pianificata. I potenti vogliono che il gregge, la massa (specie madre) segua una strada delineata e pianificata (dove va una pecora, vanno anche le altre) Un giorno, però sarà troppo tardi tornare indietro e cambiare – mutare – perchè il divario sulla strada percorsa sará troppo grande. Mutare, prendere una strada nuova, significa avere la capacità di vedere il mondo e le opportunitá con nuovi occhi e avere la capacità di assorbire in modo adattivo gli stimoli esterni. Questo processo si chiama speciazione, quando dalla specie madre nasce una nuova specie. Il processo contrario è l’estinzione. Infatti.. “Non è la specie più forte né la più intelligente che sopravvive, ma quella in grado di recepire gli stimuli esterni per mutare” Charles Darwin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...